La storia

In epoca antica il territorio di Vinchiaturo vide il nascere di una roccaforte, che alcuni studiosi hanno identificato con la sannitica Ruffirio, in località Monteverde.

ll brand naming RUFFIRIO scelto dalla proprietà dell’omonimo albergo ubicato in contrada Monteverde a Vinchiaturo, caratteristico paese a soli dieci minuti dal capoluogo molisano, è da ritrovarsi appunto nell’ origine dell’ antica città sannita di Ruffirio, allogata su di un aspro e quasi inaccessibile rialzo calcareo, presso l’attuale altura di Monteverde.

Lo storico Dionisio colloca Ruffirio “ad orientem Boviani Apud Montem Vulgo Viridem, quo in apuliam itur” (ad Oriente di Boiano, in quella contrada detta Monteverde, per la quale si accedeva alla Puglia).

Ruffirio nel tempo mutò tale nome in un antesignano dell’attuale Vinchiaturo, nel momento in cui, giunte le guarnigioni della potente e bellicosa Roma, dovette subire l’amara sconfitta e l’assoggettamento da parte del trionfatore.
Tale destino toccò ad altre città quali Bovianum e Saipins che, a detta degli storici, videro da parte del governo capitolino, l’allontanamento forzato di sediziosi cittadini sanniti, ai quali fu coartata la libertà in un distretto geografico rintracciabile nell’area dell’attuale cittadina di Vinchiaturo, che per tale motivo conquistò la denominazione di Vincula Catenis, ovvero Carcere con Catene.

A Monteverde si trovano ancora i cippi lapidei, rocchi di colonne e frammenti vari delle mura megalitiche dell’antica cittadina sannita, rinvenuti in grande quantità.

A ricordo di tale congiuntura storica, nel luogo della disfatta sannita, nasce oggi l’Hotel Ruffirio.